October 20, 2021
Read Time:3 Minute, 41 Second

Mahadeva Temple Tambdi Surla – La strada asfaltata corre molto distante dalla mia capanna nella foresta, nonostante ciò per tutta la notte ho sentito il rombo delle royal endield smarmittate e i clacson delle auto. A Goa al chiar di luna si festeggiava Shiva e il suo matrimonio. Molti pellegrini euforici hanno così raggiunto l’antico tempio a lui dedicato Mahadeva Temple, Tambdi Surla

In sella

Io, in sella alla fidata bullet ( Goa in Royal Enfield ) ci vado però la mattina successiva ai festeggiamenti. La strada oggi è deserta e silenziosa. Ai lati del tracciato la foresta si alterna a campi coltivati, palme e alberi da frutto. La terra ocra invade spesso l’asfalto. Guido con piacere, il rombo del motore rompe il silenzio. Devo solo prestare attenzione ai micidiali dossi dissuasori che improvvisamente ” avvisano ” della prossimità di piccoli e piccolissimi incroci.

Attraverso villaggi minuscoli immersi nel verde e cittadine animate e colorate, poi la foresta diviene più fitta, entro nel parco naturale Bhagwan Mahavir Wildlife Sanctuary. Famiglie di scimmie attraversano la strada, altre balzano da un albero all’altro. Guido piano per evitare di investire qualche primate. Il paesaggio è sempre più verde ed esotico. La strada è ora una lunga stricia d’asfalto immersa nella natura lussureggiante.

Sono arrivato al tempio, parcheggio la moto sotto le generose fronde di un albero. Il piazzale è deserto e le bancarelle dei venditori sono ancora chiuse. Ho sete, decido comunque di entrare al tempio, berrò qualcosa più tardi, immagino già una bella lime&soda ghiacciata.

Ed ecco il Tempio

In poche parole è bellissimo, affascinante, insolito. Questo piccolo gioiello, grazie alla sua posizione nascosa dalla radura nel profondo della foresta ai piedi dei Ghati occidentali, ha resistito intatto per secoli. Risale infatti al lontano  12° secolo, E’ stato costruito in stile Kadamba utilizzando rocce di  basalto , È considerato l’unico e l’ultimo esemplare di questo genere conservato e visitabile a Goa. E’ dedicato a Lord Shiva e ovviamente c’è un linga (simbolo di Lord Shiva) adagiato su un piedistallo all’interno del sancta sanctorum, La leggenda locale narra che, un enorme cobra reale dimora stabilmente all’interno del tempio, fortunatamente non posso confermarlo.

I segni della notte di festa sono ancora visibili. Due squadre di operosi volontari in infradito smontano luci e tendaggi. Una scolaresca con guanti e sacchi raccoglie immondizia nel prato oltre la cancellata del tempio. Gigantesche padelle in alluminio, tutto quello che resta delle immense cucine da campo. sono ammucchiate in attesa di essere caricate su sbilenchi camioncini. C’è una pace e una tranquillità surreale, cammino scalzo su un manto erboso ben curato e mi godo la pace del luogo.

Resto seduto all’interno dell’edificio per un tempo indefinito. La cantilena di un bramino che a gambe incrociate sta recitandro mantra rende il momento surreale. Intorno al piccolo tempio di pietra nera i lavori continuano con calma, come calmo e rilassato è tutto l’ambiente intorno. Qualcuno fa yoga nel prato, altri arrivano offrono fiori al lingam girano intorno al tempietto e se ne vanno. Altri si siedono qua e là e lasciano che il tempo scorra. Ho sete l’idea di una lime&soda mi perseguita e mi costringe a dare retta alle esigenze del corpo. Esco, il piazzale del parcheggio ora è una vivace invasione di colori e suoni. Numerosi bus hanno scaricato allegri studenti in gita. Ho una sete pazzesca la lime&soda è molto richiesta e devo rispettare la fila alla bancarella.

One soda please, il ” barista ” prepara, con evidente padronanza dei mezzi, una ghiacciata, dissetante,frizzante, dolce e aspra lime&soda. Il corpo appagato ringrazia, l’anima non vorrebbe più andar via ma la strada del ritorno è lunga e la royal enfield, parcheggiata più il là mi fa l’occhilino ” Presto sali in sella che la strada del ritorno sarà ancora una piacevole avventura “.

Un consiglio

Se sei in viaggio a Goa non puoi assolutamente perderlo magari abbinato alla visita alle famose cascate Dudhsagar Falls

Ricordati che sebbene il tempio sia un luogo molto antico rimane comunque ul luogo sacro, rispetto e rispetto

Lungo la strada, in prossimità del tempio e nel parcheggio davanti l’entrata trovi alcune bancarelle. Gli abitanti del villaggio vicino vendono ghirlande di fiori, banane, lim&soda. frutta, ecc… Metti mano al portafoglio e consuma o compra qualcosa, sostieni l’economia locale mi raccomando.

All’interno del parco guida con prudenza

Autore del Post

Luciano

error: