December 9, 2021
Read Time:1 Minute, 1 Second

Dal 28 novembre dello scorso anno gli agricoltori, provenienti principalmente del Punjab, dell’Haryana e dell’Uttar Pradesh occidentale, si sono accampati in diversi punti di confine di Delhi, tra cui Tikri, Singhu e Ghazipur, chiedendo l’abrogazione completa di tre leggi agricole e una garanzia legale sul prezzo minimo di sostegno per la loro colture. 

La parata dei trattori di martedì, in occasione del giorno della repubblica, che doveva evidenziare le richieste dei sindacati degli agricoltori di abrogare appunto tre nuove leggi agricole si è trasformata in scontri per le strade della città.

Decine di migliaia di manifestanti hanno sfondato le barriere, combattuto con la polizia, ribaltato veicoli La polizia di Delhi ha registrato finora 300 poliziotti feriti.

Un gruppo di agricoltori è entrato nel Forte Rosso, dopo che il raduno dei trattori era entrato nel centro di Delhi durante gli scontridi martedì. I protestanti hanno issato le bandiere di Nishan Sahib – un segno del Sikhismo – sui pali del forte rosso sostituiendo la bandiera indiana . La polizia ha fatto ricorso alla carica per liberare i locali del Forte Rosso.

https://www.outlookindia.com/website/story/india-news-farmers-republic-day-tractor-parade-samyukta-kisan-morcha-dissociates-itself-from-rally/372225

Autore del Post

Luciano

Previous post Vishwanath Gali, la via al Tempio d’oro
Next post Delhi Gandhi Memorial
error: